Bilanci di un expat

Osservo il punto della mia vita in cui sono giunto; guardo da dove ero partito e quali ostacoli ho dovuto superare; individuo quale lezione ho imparato e scelgo il prossimo obiettivo verso cui desidero puntare.

Regolarmente ormai da qualche anno, mi sorprendo spesso in questo tipo di valutazioni, ritrovandomi ad analizzare ogni aspetto della mia vita: la famiglia, il lavoro, la situazione economica, quella della casa, i legami affettivi…

In Italia, non avevo questa abitudine, forse perché vedevo sempre tutto uguale e piatto. Semmai, dovevo prestare attenzione più a non peggiorare la mia situazione. In tal modo, spendevo tutte le mie energie nello sforzo di conservare lo status quo del minimo sindacale, azzerando ogni velleità di miglioramento.

Non fraintendetemi: non si tratta dell’ennesimo post “dell’espatriato di turno che sta sputando veleno sull’Italia”.
Wrong way.

Come già scritto più volte in precedenza, su questo e sul mio blog, così come nel mio libro, io amo il mio Paese, e qui lo ribadisco ancora.
Racconto soltanto la mia esperienza soggettiva, in cui forse qualcuno potrà ritrovarsi, altri no. Niente di personale con l’Italia e/o gli italiani, quindi. Non intendo generalizzare, e altrettanto mi auguro che chi leggerà i miei post non sia spinto a farlo per questo.

Se mi mettessi ad elencare le tante soddisfazioni personali raggiunte durante questi anni americani, sul lavoro, o in ambito famigliare, risulterei noioso.
Mi focalizzerò, invece, su ciò che sento mi sta chiedendo attenzione con una certa urgenza, e che mai come ora, in tempi di pandemia, sta emergendo in me come uno degli aspetti più delicati e importanti nel bilancio di un expat: la gestione del rapporto con i propri affetti rimasti in Italia. Riflessioni scribacchiate in “Pit telefono casa“.

Pietro, Provenzano’s blog


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.