La storia del lobster roll

Il Lobster Roll è un panino tipico del New England che ebbe origine nel 1929 in un ristorante chiamato Perry’s a Milford, in Connecticut, e decollò nel 1965 a Long Island, New York, in un ristorante chiamato appunto The Lobster Roll.

Il lobster roll

Il lobster roll consiste in un panino tagliato in alto, solitamente leggermente tostato o grigliato in modo che i suoi lati siano piatti in stile hot dog, contenente carne tritata di astice.

Il ripieno può contenere anche burro, succo di limone, sale e pepe nero, con varianti realizzate in alcune parti del New England che sostituiscono il burro con la maionese.

Altre versioni possono contenere sedano a cubetti o scalogno, e le patatine fritte solitamente accompagnano il panino.

Servito caldo è chiamato “lobster roll”, mentre servito freddo, “lobster salad roll.”

Al giorno d’oggi viene servito in quasi tutti i ristoranti di pesce del New England.

Sebbene oggi l’astice venga celebrato come una vera prelibatezza, alcuni resoconti storici riportano che tra la fine del XVIII secolo e l’inizio del XIX fosse addirittura conosciuto come il cibo e la proteina dei poveri, dato a servi e prigionieri.

Quando i primi coloni europei raggiunsero il Nord America, gli astici erano così abbondanti che si levavano a riva in pile alte fino a mezzo metro.

I nativi americani li mangiavano ricoprendoli di alghe e cuocendoli su rocce calde, ma li usavano anche per fertilizzare i loro raccolti e come esca per i loro ami.

Essendo così abbondanti, erano anche a buon mercato e così, venivano regolarmente dati da mangiare a prigionieri, apprendisti, schiavi e bambini durante l’era coloniale e oltre.

In una casa, i gusci di astice erano considerati segni di povertà e degrado e in molti ritenevano che somigliasse a un insetto, forse suo lontano parente.

La stessa parola deriva dall’inglese antico “loppe”, che significa ragno.

Negli anni ’40, le persone davano da mangiare questo crostaceo persino ai loro gatti!

Quando le ferrovie iniziarono a diffondersi in America, i gestori dei trasporti decisero di servire l’astice ai passeggeri poiché non ne conoscevano ancora l’esistenza.

Veniva presentato come qualcosa di raro ed esotico e i passeggeri dell’entroterra ne erano incuriositi e lo trovavano delizioso. Non sapendo che fosse considerato cibo spazzatura sulla costa, iniziarono ad amarlo e a chiederlo anche dopo aver lasciato il treno. Man mano divenne un alimento popolare e i ristoranti iniziarono a servirlo negli anni ’50 e ’60 nella sezione delle insalate.

Quando gli americani iniziarono ad apprezzarlo e a chiederne di più, i pescatori notarono che c’erano meno astici e ne aumentarono il prezzo.

Sabrina, Dodo e Mimi alla scoperta dell’America


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.