La ragazza in blu, sconosciuta ma non dimenticata

Willoughby è una piccola città che si trova a circa 20 miglia a nord-est di Cleveland, in Ohio, a solo un paio di miglia dal Lago Erie.

La sera della vigilia di Natale del 1933, una giovane donna con vestito, cappotto, sciarpa, cappello e borsa tutti di colore blu brillante, venne investita da un treno passeggeri.

Nella borsa non aveva altro che novanta centesimi e un biglietto per Corry, in Pennsylvania.

La ragazza era arrivata a Willoughby misteriosamente così come se n’era andata.

Era rimasta per un paio di giorni in una pensione locale, non rivelando quasi nulla di sé.

Affittò la stanza e la mattina seguente, la vigilia di Natale, lasciò la camera senza dare alcun nome.

Dopo aver passeggiato lungo le strade augurando buon Natale a tutti, secondo il racconto di alcuni testimoni, la donna buttò a terra la borsetta e si gettò sotto al treno in arrivo, al passaggio a livello di Second Street.

Venne sbalzata con violenza sulla ghiaia e morì sul colpo.

I cittadini avviarono una ricerca per scoprire il nome della donna, ma nessuno fu in grado di identificarla o di individuare un parente prossimo.

Un residente donò un luogo di sepoltura per la ragazza, nel cimitero della città. Sulla lapide venne inciso:

“In memoria della ragazza in blu, uccisa dal treno il 24 dicembre 1933. Sconosciuta ma non dimenticata”.

Nel corso dei successivi 60 anni, la giovane donna divenne una sorta di pupilla della città e man mano che la sua reputazione cresceva, la gente veniva alla sua tomba per lasciare fiori e monete.

Ma ancora nessuno sapeva chi fosse.

Nel 1993, una catena di eventi cambiò le cose e la sua vera identità venne in parte scoperta.

La ragazza in blu era Josephine Klimczak (soprannominata in famiglia Sophie) figlia di una coppia di immigrati polacchi che arrivarono in Pennsylvania nel 1901.

Restano invece ignote le cause del suicidio.

Nel 2002 un rivenditore di monumenti locale donò una lapide per darle finalmente un nome. La scritta recita:

“La ragazza in blu identificata come Josephine Klimczak, 24 dicembre 1933.”

L’affetto dei cittadini di Willoughby per questa giovane misteriosa non si è mai spento negli anni. La tomba viene visitata e curata regolarmente e vengono portati fiori sempre freschi, rendendo onore alle parole incise alla base della lapide.

Sabrina, Dodo e Mimi alla scoperta dell’America


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.