Lettera d’amore a NYC

La prima volta che ho messo piede sul suolo americano era il 1990, ero arrivato al J.F.K. solo per visitare New York City.

Sognata, desiderata, ammirata in un’infinità di film e serie TV, un desiderio intenso, un’emozione incontenibile quando arrivato al controllo passaporto una gigantesca bandiera americana sopra la mia testa mi ha costretto a perdere qualche attimo del mio tempo per ammirarla e assaporare fino in fondo quel momento.

Ma l’emozione più forte è arrivata quando ho attraversato il Manhattan Bridge; era notte e la città luccicava illuminata come non mi sarei mai aspettato.

Da li a poco sarei finalmente arrivato nel cuore della City.

Lei era esattamente come mi aspettavo; intensa, immensa, esagerata. Era la città che avevo tanto sognato, il desiderio di una vita.
Avevo solo 19 anni, ma ero cresciuto ammirando la Pop Art e ascoltando musica Rock e Black americana.

Adesso, finalmente ero dentro quel sogno.

A distanza di anni, dopo tanti viaggi a New York City, dopo aver scritto 3 libri a lei dedicati e dopo aver percorso chissà quanti chilometri nelle sue strade, poco dopo la fine del lockdown italiano, ho preso carta e penna e gli ho scritto una lettera. Una dichiarazione d’amore buttata giù senza pensarci più di tanto in un momento in cui il desiderio era quello di essere a Manhattan e non a casa mia.

Con la mente però ero lì, in quelle strade gigantesche a testa all’insù ad ammirare i grattacieli, il cielo che si riflette nei vetri, a vivere l’emozione del sogno americano.

Ho pubblicato questa lettera nella mia pagina personale, dove parlo delle foto che scatto in giro per il monto, delle emozioni che vivo durante i viaggi e dove i miei libri e le mie foto hanno un loro spazio, in mostra per raccontare storie ed emozioni.

Se volete leggere anche voi la lettera che ho scritto a New York City e raccontarmi cosa è per voi questa città, non vi resta che cliccare qui, perché New York è New York!

Pubblicato da Roberto Rossi

ROBERTO ROSSI (Arezzo 1971) si diploma in elettronica nel 1990, ma fin da subito manifesta il suo interesse per la fotografia ed i viaggi, anche grazie al papà fotografo ed a tanti amici viaggiatori. "Ricordo ancora quando da piccolo mi recavo nell'agenzia viaggi del mio paese a prendere le brochure appena arrivate, mi bastava aprirne una per iniziare a viaggiare con la mente. Poi per fortuna all'eta di 16 anni il mio primo viaggi in Marocco, da li un susseguirsi di emozioni ed avventure in tutto il mondo." Roberto ha sempre dimostrato un'attrazione particolare per gli USA, nazione che conosce profondamente, dalle grandi città dell'est, una su tutte New York City, ai grandi parchi dell'Ovest, non ultima la strada che lo ha cambiato per sempre, la Route 66, per la quale pubblica la sua prima opera "Route 66 il mito Americano" - edizioni Amazon, nel 2017. Artista, viaggiatore, motociclista, tutte passioni che esprime nel suo blog Vegani in Viaggio e nelle pubblicazioni ricche di foto e curiosità, ma sempre essenziali ed estremamente efficaci, niente di superfluo, tutto pensato per aiutare il viaggiatore. Vegano da molti anni, amante della Natura e degli animali, ha un amore particolare per i gatti con cui condivide da sempre la sua vita. La passione per la fotografia, i viaggi e la grafica (sua principale attività), regalano un mix sempre attento e funzionale in ogni opera realizzata, Roberto ama chiudere spesso i suoi racconti scritti o narrati con una frase che esprime tutta la sua passione per la vita e le avventure in giro per il mondo: "Buon viaggio a tutti voi, ovunque la vita vi porti!"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: