Vivere a Miami ai tempi del coronavirus

Nelle ultime due settimane ha iniziato a diffondersi la sempre più chiara consapevolezza che nonostante tutti gli sforzi (pochini, a dir la verità, nonostante l’allarmante realtà di Cina prima e Italia poi) il coronavirus sarebbe definitivamente arrivato negli Stati Uniti. I primi Stati interessati sono stati il Washington (casi inspiegabilmente arrivati in una casa di riposo), la California (tutti i cittadini americani, positivi, scesi dalla ormai famosa nave Diamond Princess e portati in strutture militari per quarantena e cura), e il New York State. Che insieme alla Florida e’ stata quasi subito dichiarato porto di quarantena, e successivamente detentore di numerosi casi.

Anche se a dire il vero di screening massicci ne sono stati fatti pochi.

Per scelta.

In questo mio nuovo post vi racconto come stiamo vivendo il susseguirsi delle notizie in Florida. Noi italiani residenti in Florida abbiamo questo privilegiatissimo osservatorio in cui notiamo che qualsiasi cosa e’ già accaduta in Italia (lo scetticismo, il “e’ solo un’influenza”, il “state creando panico”) si stanno ripetendo pari pari anche qui.

Vi racconterò di questo doppio, triplo scenario in cui viviamo. In pena per le nostre famiglie che vivono nelle zone più colpite, furiosi con tutti quelli che ci contattano per venire a diffondere il virus beatamente in vacanza a Miami, e assistendo impotenti all’evolversi di situazioni che abbiamo già vissuto, ugualmente impotenti, almeno un mese fa davanti alla televisione.

Se anche voi vivete negli Stati Uniti, raccontateci cosa sta succedendo dalle vostre parti. Qui a Miami hanno chiuso i voli con la Lombardia (dovrei dire che la Lombardia ha chiuso i voli punto), restano operativi solo su Roma. Hanno annullato alcune delle manifestazioni culturali piu’ importanti. Stanno iniziando a prendere provvedimenti per le scuole, la didattica a distanza, e il contenimento del virus attraverso i rapporti sociali.

Volete saperne di piu’? Scoprite tutti i dettagli sul mio post: Coronavirus e viaggi a Miami.

Tiziana, ero Lucy – Florida travel blog

foto in anteprima via Miami Herald

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.