Quando mamma Skype viene a trovarti

Oggi vi voglio proporre un post non mio, ma un post di mia mamma, o meglio “mamma skype”, come si definiva lei nei primi anni di lontanza.

Mi piace rileggere queste sue impressioni, scritte a caldo dopo la prima volta che venne in Texas a trovarci. Allora tutto era nuovo e sorprendente. Come tanti che arrivano in questa zona ha trovato un Texas diverso da quello che si aspettava. 

Ora 6 anni dopo (6 anni? Scritto nero su bianco fa veramente impressione: sembra fosse solo ieri!) pur essendo una veterana delle visite in Texas alcune di quelle cose ancora la sorprendono. Ogni volta che manifesta il suo stupore mi fa tornare alla mente i miei primi tempi qui dove anche io guardavo con occhi pieni di sorpresa tutto quello che circondava e mi rendo conto di come certe cose oramai siano diventate, invece, quasi scontate. 

Di contro, altre volte invece ormai fa la veterana Texana, ma un po’ glielo possiamo concedere dopo la sua 5 visita.

Anche quando si riesce a gestire bene la lontanza è sempre un piacere avere qualcuno che invece viene a trovarti. Qualcuno che vuole vedere i posti dove trascorri le tue giornate, dove vivi la tua quotidianità.

Penso che in realtà aiuti anche tanto a diminuire la lontanza anche nei periodi in cui ci si vede solo tramite skype o simili. Fin da quel primo viaggio ho sempre cercato di mostrarle tutti i posti dove siamo soliti andare, anche quelli strettamente legati alle piccole incombenze quotidiane. Quando poi si chiacchiera al telefono perchè lontani tutto rimane più reale, si hanno riferimenti che si conoscono, mentre prima spesso tutto rimaneva molto più su un piano ideale.

Capisco che quando qualcuno viene a trovarci il primo istinto è sempre quello di portarli in giro a vedere le cose più belle, i monumenti più famosi, ma il mio consiglio è di non tralasciare i posti della vostra quotidianità, quelli che frequentate nella vita di tutti i giorni

Ora vi lascio alle impressioni di “mamma skype”che pensandoci forse oggi si definirebbe “mamma whatsapp”, credo che ormai siamo alla seconda generazione di tecnologia per mamme/figlie expat.

Vorrei poterci ritornare… le impressioni di mamma Skype

Valentina, Parole Sparse

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: